L'Emilia Romagna tra le migliori mete Lonely Planet 2018

L'Emilia Romagna tra le migliori mete Lonely Planet 2018

 

L’ Emilia Romagna, meta Best in Europe  Lonely Planet 2018

 

Un grande riconoscimento quello ottenuto dall’Emilia Romagna, che quest’anno si aggiudica la prima posizione nella classifica Best in Europe 2018  per Lonely Planet. La celebre casa editrice dedicata ai viaggi e fornace della famosissima rivista travel – stampata in 100.000 copie in tutto il mondo –  ogni anno decreta le mete più ambite, e quest’anno è toccato alla nostra splendida regione.

“Lonely Planet Best in Travel” individua 10 paesi, 10 regioni e 10 città da non perdere e si articola in sezioni assai diversificate, dedicate anche alle destinazioni più convenienti, i migliori alloggi, le novità più rilevanti, e un capitolo dedicato a vegetariani e vegani che desiderano indicazioni sulle realtà ricettive pensate anche per loro.
La Lonely Planet ha da poco celebrato la nostra regione anche tramite  l’organizzazione del Lonely Planet UlisseFest, il riuscitissimo festival che dall’8 al 10 giugno ha trasformato Rimini in una vera e propria terrazza sul mondo: tantissimi incontri, presentazioni e personalità chiamate ad intervenire in una serie di appuntamenti incentrati sul viaggio.

 

I motivi della vittoria dell’Emilia Romagna.

 

Quali sono le motivazioni che hanno portato la nostra regione – l’unica in Italia – ad ottenere un riconoscimento così ambito a livello europeo?

Per quale motivo Lonely Planet ha incoronato l’Emilia Romagna come destinazione ideale per i soggiorni culturali in famiglia?

L’editore ha evidenziato diverse tappe che secondo gli esperti di settore sono le mete imperdibili per un eventuale soggiorno nella nostra regione e costituiscono quindi le motivazioni che hanno permesso all’Emilia Romagna di distinguersi.

Mettetevi comodi, preparate mente e cuore e lasciatevi accompagnare nel nostro virtual tour attraverso le bellezze dell’Emilia Romagna, meta Best in Europe 2018 per Lonely Planet.

 

 

Parma

Da non perdere innanzitutto Parma, celebre per le sue prelibatezze, dal famoso Prosciutto al Parmigiano Reggiano, alimenti profondamente radicati nella nostra dieta quotidiana e capaci di far permanere a lungo il ricordo di una città ghiotta e suggestiva allo stesso tempo.

Le due intramontabili delizie gastronomiche sono perfette per una sosta gustosa dopo aver visitato il maestoso battistero ottagonale in marmo rosa, il duomo romanico risalente al 1106 e le altre bellezze che caratterizzano la città emiliana, location in grado di affascinare ed emozionare ogni visitatore.

 

Ravenna

Anche Ravenna rientra nelle tappe imperdibili. I suoi mosaici paleocristiani, magistrale esempio di arte sacra, hanno portato la città ad ottenere il titolo di sito patrimonio mondiale UNESCO e la rendono una delle tappe obbligate nel tour emiliano-romagnolo.

Tessere multicolori dalle tinte cangianti che spaziano dal verde acceso al blu profondo, dal vibrante rosso all’oro più luminoso caratterizzano i tanti monumenti che si possono ammirare a Ravenna: la Basilica di San Vitale, la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, la Basilica di Sant’Apollinare in Classe e il Mausoleo di Galla Placidia renderanno unico e indimenticabile camminare tra le vie della suggestiva città, dove il fascino della storia si può respirare e assaporare perdendosi tra le magiche strade.

 

Bologna

Un posto speciale nella guida annuale “Best in Travel” di Lonely Planet 2018 è poi quello riservato a Bologna, luogo dove la storia permea ogni angolo, ogni via, ogni scorcio.

Città vibrante e bohémien, Bologna diviene tappa obbligata per gli amanti della storia, che si respira nelle suggestive sale del Museo della città, nelle mirabili torri medievali, nelle chiese risalenti all’undicesimo secolo, nei 40 chilometri di portici della più antica università d’Europa.

“Bononia”, come la chiamavano i Romani, è altresì il luogo perfetto per assaporare le meraviglie gastronomiche che la città offre: sapori semplici, la cui tradizione viene qui rispettata e conservata giorno dopo giorno. Se siete amanti del food a Bologna potrete gustare ricette intramontabili: tagliatelle al ragù, i tortellini in brodo, i tortelloni burro e salvia e i panini alla mortadella, proposte rimaste inalterate nonostante lo scorrere del tempo e delle mode enogastronomiche.

Ferrara

 

Meta imperdibile è poi Ferrara, vero capolavoro architettonico e culturale, caratterizzato da un profondo legame con l’arte e la musica del nostro Paese.

Le torri del Castello Estense dominano il centro rinascimentale, patrimonio UNESCO, dove risiedono numerosi siti rilevanti. Impossibile non citare il Museo nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah, luogo fondamentale per non dimenticare il nostro passato.

Ferrara è cinta da 9 chilometri di mura medievali e caratterizzata da

una location che costituisce un unicum nel panorama italiano: il Jazz Club Ferrara, ospitato all’interno di una torre di difesa risalente al 1493, spettacolare luogo per gustare musica dal vivo e immergersi nell’affascinante mood che si respira in città.

Il proficuo rapporto con l’arte ha radici storiche in tutta Ferrara, evidenti ad esempio nel Teatro Comunale, costruito nel diciottesimo secolo, uno dei più celebri teatri d’opera, che ha a lungo ospitato il lavoro del Maestro Claudio Abbado.

 

Modena

Lo staff Lonely Planet ha poi evidenziato anche Modena, metà imperdibile per lasciarsi trasportare in un viaggio italiano fatto di sapori genuini: il Lambrusco e il Trebbiano vengono lasciati fermentare e successivamente posti a invecchiare per almeno 12 anni per dar vita al celebre Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, vera delizia che ha contribuito alla fama della suggestiva città.

Sono numerosi i siti e le acetaie che rendono possibile comprendere ed esplorare il percorso che dà vita al gustoso Aceto Balsamico: le degustazioni che Modena offre diventano così un’esperienza affascinante e multisensoriale, occasione ideale per scoprire le antiche tradizioni legate ad una produzione così tipica e caratterizzante.

 

Brisighella

A consacrare la Regione come destinazione ideale ha contribuito poi il pittoresco villaggio medievale di Brisighella, collocato ai piedi dell’Appennino Romagnolo. Un delizioso borgo ricco di storia e fascino, circondato da piantagioni di ulivi,che producono uno dei migliori oli di tutto il paese. Brisighella è un vero gioiello, caratterizzato da edifici mirabilmente realizzati, come la Rocca medievale, il santuario Monticino e la Torre dell’Orologio, capaci di regalare una spettacolare veduta sulla città e sui suoi tetti color ruggine.

Brisighella è rinomata anche per una specialità autoctona, il carciofo Moretto, che caratterizza la vita cittadina in particolare da metà aprile a metà maggio, quando tutto il borgo profuma dell’inconfondibile nota odorosa di questa delizia, anima di tante ricette tipiche rimaste quasi inalterate nel corso della storia.

 

Rimini

Immancabile come metà della guida Lonely Planet è ovviamente Rimini, meta conosciutissima e vera perla nell’ambito del turismo. Ricco di storia, arte e cultura, il capoluogo riminese è anche tappa obbligata per chi desidera rilassarsi sui suoi 15 chilometri di spiaggia e godere della vivace nightlife che la contraddistinguono.

La città regala la possibilità di visitare numerosi monumenti che ne hanno contribuito al passato glorioso: l’Arco d’Augusto, il Ponte di Tiberio (il più antico ponte romano ancora in uso), il Tempio Malatestiano, la Rocca e la Domus del Chirurgo sono solo alcuni esempi delle tante bellezze architettoniche visitabili.

Rimini è poi famosa in tutto il mondo per il legame indelebile con Federico Fellini, fenomenale regista che proprio qui ebbe i suoi natali. Il suo spirito permane in tanti luoghi come il Borgo San Giuliano, caratterizzato da piccole e deliziose case colorate un tempo abitazioni di pescatori e il maestoso Cinema Fulgor, che compare nel leggendario film Amarcord e che da poco è tornato a splendere grazie al lavoro dell’architetto Annio M. Matteini e dello scenografo Dante Ferretti.

 

Motor Valley

Merita una segnalazione anche, la Motor Valley, un percorso che collega Piacenza a Rimini, caratterizzato dai più grandi nomi del settore: Ducati, Lamborghini, Ferrari, Maserati e Pagani sono le leggende nate in questi luoghi, veri e propri gioielli per gli amanti del settore.

Oltre alle sedi e alle fabbriche, è possibile visitare ben nove musei dedicati ai motori e 21 collezioni private di auto d’epoca: il sito produttivo di Lamborghini a Sant’Agata Bolognese, la casa della Ferrari a Maranello o lo showroom Maserati sono solo alcuni dei siti che questo territorio offre. Sono luoghi in cui si avverte distintamente la storia delle più grandi leggende che hanno reso celebre in tutto il mondo l’Emilia Romagna come la patria dei motori.

 

Busseto

Merita certamente una menzione anche Busseto, piccola cittadina nelle vicinanze di Parma e località ben nota agli amanti della musica classica; qui, infatti, è collocata Villa Verdi, residenza del celebre Maestro che, con le sue mirabili 56 stanze, riesce a far percepire inalterato lo spirito del famoso compositore.

Busseto offre anche la possibilità di visitare il vicino Museo Nazionale Giuseppe Verdi e l’omonimo teatro cittadino risalente al 1868, in cui vengono tuttora suonate le opere verdiane che, durante il Festival Verdi, richiamano da ogni parte del mondo centinaia di visitatori.

 

 

Lonely Planet 2018: primato doveroso per l’Emilia Romagna, terra di storia, cultura…e divertimento.

 

A spingere gli esperti Lonely Planet a scegliere la nostra regione come meta ideale da inserirsi all’interno della celebre guida annuale resta poi il fatto che se da un lato il nostro territorio è una location ricca di storia, cultura e prelibatezze enogastronomiche, dall’altro esso è una destinazione estremamente qualificata per l’accoglienza delle famiglie. Un vero paradiso anche per i bambini, che conferma la leadership di una regione da sempre capace di offerte altamente inclusive e diversificate e in grado di creare un intrattenimento pensato su misura per tutti i membri del nucleo familiare.

Non resta quindi che gioire di questo importante riconoscimento che fa dell’Emilia Romagna l’unica meta italiana nella graduatoria delle 10 destinazioni mondiali per fare viaggi culturali in famiglia nel 2018.

Un’assegnazione importante, che pone la nostra regione davanti alla Cantabria, in Spagna, e a Friesland in Olanda, e che contribuisce al prestigio di una terra e di un popolo che da sempre fanno dell’ospitalità una missione e un culto, dall’accoglienza e dalla tutela delle sue meravigliose bellezze, così ricche di storia, arte e cultura…senza dimenticare il divertimento.

Non resta quindi che godere di questo importante momento di promozione turistica per la nostra regione. Un attestato importante dell’appeal del nostro territorio, riconosciuto in ambito internazionale per le eccellenze artistiche e culturali.

L’Emilia Romagna ogni giorno fornisce prova di grande dinamismo e fermento, confermandosi come una location in cui stare bene e vivere esperienze indimenticabili.

 

Vieni a scoprire l’Emilia Romagna, ambitissima meta Best in Europe  Lonely Planet 2018.

 

Scopri le offerte del Riviera Golf Resort e prenota il tuo fantastico soggiorno!