Le innovazioni più importanti del 2019

Le innovazioni più importanti del 2019

Il 2019 è ormai giunto al capolinea e tra sensazioni di dolce nostalgia e calma eccitazione per l’anno nuovo, guardiamo ancora per un istante che cos’è successo in questo anno che sta per concludersi. Probabilmente il 2019 non verrà ricordato come uno degli anni più importanti di sempre per quanto riguarda le innovazioni tecnologiche. Eppure, quest’anno è stato comunque prodigo d’innovazioni in ambito informatico, spaziale, infrastrutturale, medico e altro ancora. Tra le innovazioni più importanti del 2019, abbiamo scelto queste.

Le principali categorie

Per il 2019 il Time ha stilato una classifica di invenzioni che sono state raggruppate in diverse categorie, il doppio rispetto a ciò che era successo l’anno scorso.

Tra queste l’accessibilità, ovvero invenzioni che migliorano la vita degli anziani e delle persone con disabilità. L’intelligenza artificiale, con invenzioni che abbiano scoperto nuove frontiere nell’ambito. La realtà aumentata e virtuale, il settore automobilistico, la cosmetica, con invenzioni significative, ad esempio, per la cura della pelle.

E poi ancora sono state valutate invenzioni nell’ambito dell’elettronica di consumo, del design, della formazione scolastica. Poi ancora del divertimento, della gastronomia, del gaming, dell’assistenza sanitaria, dello sport, dei trasporti e viaggi e del benessere. Le seguenti invenzioni rendono più facile vivere una vita più sana, sia mentalmente sia fisicamente.

Le innovazioni più importanti del 2019 in campo medico e healthy food

Nella categoria che riguarda le invenzioni in ambito medico, spicca la citazione per Butterfly iQ. Dal momento che le ecografie mediche sono piuttosto costose, l’obiettivo di questo dispositivo è quello aumentare l’accessibilità della tecnologia a ultrasuoni riducendola ad un chip. Basterà infatti collegare la sonda al proprio telefono.

Di notevole importanza Qlarity Imaging QuantX: si tratta di un sistema che si basa sul supporto di un software di intelligenza artificiale che analizza le risonanze magnetiche per confermare o contestare la diagnosi, nei casi di tumore al seno. Al momento il dispositivo ha ottenuto notevoli risultati, contribuendo alla riduzione del 39% dei tumori falsi.

E poi??

Quindi ecco WeWALK, un bastone intelligente che può rilevare oggetti sopra il livello del torace, dialogando con una serie di app come Google Maps.

Il suo obiettivo è quello di aiutare non vedenti o ipovedenti a navigare in un mondo digitale senza dover gestire il dialogo con uno smartphone manualmente. Strettamente collegata a quella medico, ecco la categoria che premia invenzioni nell’ambito del buon cibo.

 

farmers_fridge

 

Qui ha ricevuto una menzione l’azienda Farmer’s Fridge che ha inventato un kit specifico per consumare cibo sano, proponendo un barattolo ripieno di verdure, cotte o crude che può essere inserito anche in apposite macchinette automatiche.

Tecnologia first

Passando in rassegna l’ambito tecnologico, ecco Oculus Quest, un dispositivo che immerge totalmente nella realtà virtuale e che non si collega a un pc e non richiede cavi, oppure ancora SmartHalo 2, che permette di pedalare in bicicletta e tenere sotto controllo il proprio cellulare, senza pericoli. Il tutto traducendo le informazioni di percorso in luci al led luminose e lampeggianti. Quindi, ancora, spazio a Lg che, dopo l’avvento dei televisori 4K ha proposte un display 8K su uno schermo oled da ben 88 pollici.

 

SmartHalo 2

Le invenzioni più curiose

Tra le più curiose invenzioni menzionate dal Time, c’è MiniMeis, che potrebbe tornare utile per i genitori con bambini piccoli. Si tratta, infatti, di un particolare dispositivo, particolarmente leggero ed ergonomico, che permette a mamme e papà di portare i bambini sulle spalle, senza la necessità di dover reggere le mani dei piccoli. E quindi garantendo maggior movimento al genitore.

MiniMeis, in sostanza, è un piccolo seggiolino che si sposta da dietro la schiena o sul petto, alle spalle e costa 149 euro.

Passando in rassegna un’altra categoria, ecco che il Time ha selezionato i Bose Frames. Si tratta di un paio di occhiali da sole dal design classico, piuttosto sobrio. La sua particolarità è che la montatura di questi occhiali è stata progettata per rendere possibile l’ascoltare della musica, grazie alla connessione alle app dello smartphone via bluetooth.

Le innovazioni più importanti del 2019 sono sicuramente una conferma di un mondo che sta procedendo sempre più veloce e attento. La tecnologia è presente e futuro, ma senza dialogare con salute e cibo, è inutile pere la nostra vita.

Vanessa Villa