Quali sono i consigli per mantenere davvero i buoni propositi per il 2020?

Quali sono i consigli per mantenere davvero i buoni propositi per il 2020?

E’ arrivato il 2020! Immagino te ne fossi accorto. Ma quanti desideri hai espresso e quante promesse ti sei fatto? Ecco, forse la vera domanda è un’altra. Quali sono i consigli per mantenere davvero i buoni propositi per il 2020?

Prima qualche dato!

Secondo l’American Psychological Association, almeno 9 americani su 10 si sono proposti di cambiare qualche aspetto della loro vita, un dato che probabilmente può essere esteso anche ai paesi europei. Ma come far sì che queste intenzioni non sfumino nel nulla, come accade in moltissimi casi?

1. Fai una lista dei tuoi valori e seguili ad ogni costo!

Perché vogliamo cambiare? Cosa ci spinge a farlo?
Ciò che ci spinge all’azione è la motivazione. Se qualcosa è importante per noi, allora sarà più semplice sforzarci per raggiungere la meta. Ad esempio, un conto è se vogliamo perdere peso per poter tornare a svolgere attività che amiamo, diverso se l’intenzione è motivata da pressioni esterne sociali. Perciò prova a fare una lista scritta con i tuoi buoni propositi e focalizzati sulla motivazione, perché è ciò che smuove le montagne!

 

 

2. Pianifica in positivo

Focalizzati sui tuoi punti forti e non cadere in pensieri demotivanti.
La consapevolezza delle proprie emozioni, la capacità di pensare positivo, tutti strumenti alla base della resilienza e aiutano anche in situazioni di stress o di competizione in cui dobbiamo dimostrare le nostre capacità.

Scegli azioni positive e non negative per i buoni propositi per il 2020. E’ meglio pianificare di bere un analcolico in alcuni giorni della settimana piuttosto che di “non bere” alcolici.

3. Datti dei paletti

Alcuni studi dimostrano che nonostante i buoni propositi del nuovo anno, molti sembrano comprare più cibo proprio all’inizio dell’anno. Stilare una lista precisa della spesa e rispettarla può essere un buon punto di partenza. O ancora poni dei limiti mensili sulla carta di credito, evitare di comprare determinati cibi per non ingrassare, iscriversi forzatamente in palestra

4. Preparati la strategia del “se…”

A volte sei stanco, non ne hai proprio voglia. Oppure ti senti più fragile, ecco perché devi assolutamente prepararti il piano “se..”. Per esempio “se giovedì mi sentirò troppo stanco per andare in palestra, chiamerò mia sorella che mi sosterrà nel mio proposito”. Pianificare i dettagli e tutti passi necessari verso la meta è un elemento importante e visualizzare le azioni da compiere assumendo una prospettiva in prima persona (invece che in terza, come se dovesse svolgerle qualcun altro e non noi) favorisce la pianificazione e il mantenimento di un proposito.

5. Sii graduale

La cosa più importante è evitare insuccessi e delusioni. Un consiglio? Non porti subito obiettivi troppo ambiziosi e difficili perché ti spingono a desistere dai tuoi intenti. Per questo, partire con piccoli passi – iniziare con la palestra una volta a settimana, invece che tre – può essere un buon modo per arrivare alla meta.

6. Visualizza la ricompensa dopo lo sforzo

Inizia a pregustarti la sensazione piacevole che potrà derivare da un piccolo sacrificio. Sarà una strategia utile per riuscire a metterti in moto. In altri termini: non ti va di andare in piscina? Pensa alla sensazione di benessere fisico e mentale che potrai provare dopo aver nuotato per un po’ di vasche.

 

 

7. Sii gentile con te stesso, soprattutto quando cadi

Non te la prendere con te stesso se cadi o hai un momento di cedimento. Chi s’incolpa o si giudica troppo di fronte a un fallimento, infatti, tende a desistere con maggiore facilità. L’auto-compassione, intesa come benevolenza e capacità di accompagnare se stessi anche di fronte ad una caduta, riduce il rischio di perfezionismo e di depressione.

Bene, adesso hai tutti i consigli per mantenere davvero i buoni propositi per il 2020.

Che aspetti? I tuoi propositi aspettano le tue azioni!

 

Vanessa Villa