Lo yoga e i suoi benefici

Lo yoga e i suoi benefici

Al Riviera Golf Resort dal 02 Giugno il popolo degli yogini recita il suo mantra. Aperti soprattutto ai principianti,i corsi, che si svolgeranno tra giugno e luglio,hanno una durata di circa un’ora e mezza e propongono l’approccio alla pratica dello Yoga in una maniera  molto semplice. Il contesto dei lussureggianti campi da golf e della piscina, gli elementi naturali e le energie che essi riescono a sprigionare, ben si accostano a questo tipo di yoga, molto energizzante, basato su pratiche fisiche, respiratorie e di meditazione e rilassamento, abbinate alla recitazione di mantra, indirizzati alla stimolazione di chakra. Gli appuntamenti continuano a Montegridolfo con gli Yoga Pic Nic il 22 giugno e il 6 luglio dove il borgo medievale e i prodotti dell’entroterra incontrano la meditazione del corpo e dell’anima.

Perchè abbiamo scelto di aprirci a questa disciplina antichissima? Ogni lezione verrà strutturata in quattro fasi, la meditazione,la respirazione,le asana e il rilassamento. Ecco i benefici di ogni fase,così potrai ben comprendere la nostra scelta:

I BENEFICI DELLA MEDITAZIONE
1. Innesca la risposta di rilassamento del corpo.
2. Aiuta a sintonizzarsi nel qui e ora.
3. Modifica la percezione del dolore, alleviando disagi legati al dolore cronico, lombare, al collo e anche procurato dall’artrite. (Studio di S. Rosenzweig pubblicato sul Journal of Psychosomatic Research nel 2010).
4. Migliora la capacità di concentrazione o focus intenzionale.
5. Si diventa più bravi a gestire le emozioni, a frenare la rabbia e l’aggressività.
6. Riduce gli sbalzi d’umore.
7. A livelli clinici diversi studi nell’ultimo decennio hanno dimostrato la sua efficacia nella cura della tossicodipendenza, dell’ansia, della depressione e di molte patologie mentali
8. Può aiutare a trattare l’insonnia.
9. Migliora la memoria.

«Il Buddismo fornisce un set mentale di attrezzi  allo scopo di aiutarci a ritrovare il nostro benessere psicologico, perché come ha detto Buddha siamo ciò che pensiamo, e gli psicologi  hanno appena iniziato a indagare sul potenziale della meditazione nel modificare il comportamento e il cervello. La virtù e la serenità interiore si possono imparare esattamente come guidare una macchina e fare una torta. Più ti eserciti e più diventi bravo».

Un’attitudine al wellness che può essere applicata a tutto nella vita, anche semplicemente a migliorare la propria routine cosmetica, adottando gesti abituali da ripetere tutti i giorni per raggiungere l’illuminazione, in questo caso della pelle.Perché anche la pelle può ambire al suo nirvana, basta pratica quotidiana e regolarità.Perciò consigliamo in abbinato un check up con la nostra operatrice della Riviera Beauty & Spa che vi consiglierà i prodotti migliori per proseguire questo “viaggio” anche a casa.

I BENEFICI DELLA RESPIRAZIONE

Sai quanti respiri fai in un giorno qualsiasi?

Dai 20.000 ai 30.000, e questo per tutta la durata della vita.

Nonostante questo però non sei mai consapevole di questo, fatta eccezione per quando sei raffreddato.

Non è vero?

Tutto questo perché il ciclo respiratorio avviene in modo automatico.

Automatico però non significa che il modo di respirare sia ottimale.

Purtroppo la maggior parte delle persone ha l’abitudine di respirare in modo sbagliato. Succede così che i polmoni non vengono usati al massimo della loro potenzialità e si accumula aria stantia.

Questa abitudine a lungo andare può provocare leggeri problemi, come l’aumento dello stress, maggiore ansia e anche la vitalità diminuisce.

Inoltre, una respirazione veloce e poco profonda non permette al sangue di ossigenarsi completamente e di conseguenza alcune tossine non vengono espulse, accumulandosi nelle cellule.

Se invece si respira correttamente si sperimentano numerosi benefici.

Vediamoli insieme.

1.Innanzitutto riduce enormemente lo stress.

2.Arricchisce il sangue di ossigeno, il quale nutre e ripara tutte le cellule del corpo. Questo ti farà stare più in salute e più a lungo.

3.Migliora il pensiero. Se le cellule del sangue del cervello e di tutti gli altri organi sono meglio nutrite e più ossigenate, possono effettuare il loro compito in modo migliore.

4.I tuoi organi funzioneranno meglio.

5.Aumenta la vitalità. Come ho già precedentemente accennato il respiro e la forza vitale sono strettamente correlati. Perciò migliorando il primo anche la vitalità aumenta.

6.Calma la mente. Hai presente quando sei estremamente agitata e respiri con affanno? Cosa fai per calmarti? Un bel respiro profondo. Questo solitamente avviene in maniera inconsapevole, ma è una piccola prova di quanto il respiro influenza e plachi la mente.

7.Rinforza i muscoli del corpo. Anche i muscoli per stare in forma necessitano di un ottimo nutrimento che gli viene fornito dal sangue. Quindi di conseguenza, un sangue maggiormente ossigenato migliorerà il funzionamento di tutti i muscoli. Però la respirazione yoga va accompagnata da una costante e frequente pratica degli asana.Non si può pensare di avere un corpo in forma e dei muscoli tonici se si eseguono dei semplici esercizi di respirazione una volta ogni tanto, e poi si passa la maggior parte del tempo sul divano.

8.Mantiene più elastici e giovani i tessuti dei polmonie quindi sono più efficienti.

yoga-open-primavera

I BENEFICI DELLE ASANA

Parte integrante del cammino verso lo yoga comprende l’esecuzione di particolari posizioni del corpo che sono tradizionalmente correlate a certe attitudini mentali.

Queste posture sono chiamate in sanscrito asana, dalla radice as che significa “rimanere”. Il significato originale di asana è quindi una posizione in cui il praticante rimane e medita sull’infinità della sua natura.

La posizione è immobile, ferma e confortevole. (YS 2:46)

La pratica delle asana è accompagnata dalla dissoluzione dello sforzo e dalla meditazione sull’infinito. (YS 2:47)

Da ora in avanti, lui (lo yogi) non sarà più disturbato dalle dualità. (YS 2:48)

Le posture fisiche sono sicuramente l’aspetto dello yoga che è più conosciuto in Occidente, ma talora è anche il meno compreso nella sua interezza. La pratica delle asana infatti non mira solamente ai benefici fisici, ma, come spiegato da Patanjali, il suo scopo principale è quello di coltivare uno stato meditativo profondo nel quale corpo, mente e anima raggiungono un meraviglioso stato di armonia tra di loro.

La salute fisica e il benessere del corpo è indubbiamente un aspetto molto importante nella vita: mantenere il corpo forte e in salute grazie a una dieta sana e bilanciata e facendo esercizio fisico è fondamentale per tutti! In ogni caso, quando si affronta il percorso dello yoga, essere in buone condizioni fisiche risulta ancora più importante. L’armonia, la salute e il bilanciamento del corpo sono infatti ingredienti fondamentali affinché la mente possa essere calma e raggiungere stati meditativi e di unione più profondi.

La pratica costante delle asana serve quindi a sviluppare sia forza fisica che mentale, sia equilibrio che resistenza per consentire una maggior apertura e stabilità della mente. Questo tipo di esercizio porta inoltre uno stato di grande rilassamento e riduce lo stress, prevenendo così diversi fattori predisponenti verso alcune malattie. Rimanere immobili nelle posizioni aiuta ad aprirsi ad uno stato di grande equanimità e pace; in questo modo, le tendenze mentali negative vengono purificate e il corpo e la mente saranno in grado di affrontare qualsiasi cosa possa succedere nella vita.

ASANA E CHAKRA

Grazie alle asana si può stimolare l’apertura dei centri energetici del corpo, i chakra, e in questo modo connettersi con le energie universali.

Nel battito del suo cuore e nel ritmo del suo respiro, lui (lo yogi) riconosce il susseguirsi delle stagioni e il pulsare universale della vita” B.K.S. Iyengar

In sostanza quindi lo scopo della pratica delle asana è quindi principalmente spirituale. La postura mira a creare uno stato di equilibrio stabile a livello fisico, emotivo, psicologico e mentale, non a diventare atleti migliori né tantomeno a rassodare il fondoschiena (anche se può avere questi effetti come effetto collaterale).

I BENEFICI DEL RILASSAMENTO

Il rilassamento guidato che conclude quasi sempre la fine delle lezioni di yoga non è come spesso si crede un momento per riposarsi dopo gli esercizi di yoga appena fatti.

Una corretta pratica non altera il ritmo respiratorio nè il battito cardiaco, l’impegno muscolare è ben compensato da un adeguata respirazione; alla fine non ci si dovrebbe quindi sentire stanchi, ma piuttosto rigenerati e vitali.

Il rilassamento guidato, non è uno stato di rilassamento passivo, di inerzia; ma uno stato in cui si ha accesso a una dimensione di consapevolezza più sottile. Il corpo liberato da numerose tensioni può abbandonarsi completamente e la coscienza può espandersi in profondità.

Attraverso questa pratica si dovrebbe raggiungere un profondo rilassamento rimanendo vigili; esattamente all’opposto di quello che succede durante il sonno, comporta un’aumento di presenza e consapevolezza, non una diminuzione.

A mio parere questa pratica, apparentemente semplice è una delle pratiche più difficili dello yoga, ma anche se eseguita in modo parziale offre numerosi benefici.

  1. La posizione orizzontale favorisce un generale rallentamento del ritmo metabolico
  2. la respirazione diventa addominale, regolare, lenta; caratteristiche che aumentano procedendo nella pratica
  3. introduce dolcemente alpranadharana, la concentrazione sul respiro che anticipa lo stato di dhyana meditazione
  4. il respiro addominale che spontaneamente ne consegue, ha un’effetto calmante del sistema nervoso
  5. il praticante gradualmente sviluppa un tipo di ascolto da “testimone”; questo distacco, anche se temporaneo, è straordinariamente rigenerante per tutte le funzioni vitali che per un pò non subiscono interferenze dovute al fluttuare incessante di pensieri ed emozioni.
  6. una pratica regolare previene l’affaticamento mentale, lo stress e aiuta l’equilibrio mentale, fisico ed emotivo
  7. questa pratica può svilupparsi verso gli stadi superiori dello yoga fino al raggiungimento di uno stato temporaneo disamadhi, condizione di assenza di pensieri e beatitudine interiore. Ma questo è abbastanza difficile perché superato un certo livello di rilassamento si tende a scivolare nel sonno.

Om Shanti Om